Corfu'

I vacanzieri vengono a Corfù dal 1940, perciò è una delle isole greche più visitate. Alcuni trovano l'isola troppo affollata durante i mesi estivi e di fatto i molti anni di turismo hanno lasciato il segno. Nonostante ciò la natura verde ed il panorama sono eccezionali, e l'isola è meravigliosa da percorrere ed esplorare. Molti isolani vivono del turismo, ma anche l'agricoltura è un'importante fonte di reddito. Il terreno è molto ricco ed il clima umido, i raccolti perciò sono abbondanti. Vengono prodotti olive, frutta, spezie e vino e molti abitanti si sostengono pescando o lavorando alle barche durante l'inverno. Che l'isola abbia architettura e natura straordinarie non può essere messo in dubbio. L'isola è stata fortunata durante il grande terremoto che ha colpito le isole ioniche in 1953: mentre molte delle isole hanno sofferto grandi perdite, sia di morti che di costruzioni abbattute, Corfù è rimasta illesa. L'isola inoltre è stata ed è tuttora una meta popolare per sovrani e celebrità. La famiglia reale greca trascorre le sue estati qui, l'imperatrice austriaca Elizabeth possedeva un palazzo,l'Achilleo, ed il successivo imperatore, Guglielmo II lo ha comprato in seguito. Oggi il palazzo è un casinò ed hotel ma l'ex re Costantino sta cercando di riaverlo indietro, e naturalmente ciò è un argomento che scatena grosse polemiche in Grecia. Molte stelle internazionali e vip passano qui le loro vacanze.
La cittadella nel porto è stata costruita dai veneziani. Il palazzo della reggenza nella città è stato costruito dai britannici ed i francesi ha invece costruito una copia della Rue de Rivoli di Parigi. Ciò dà all'isola il suo tipico stile europeo. Per vedere realmente la bellezza dell'isola dovreste affittare un'automobile ed andare in alcuni graziosi villaggi e alle spiagge abbandonate. Per esempio, dovreste visitare Sidari, Aharavi, Dasia, Ypsos, il canale dell'amore, i paesini di pescatori Benitses, Moraitika ecc… Da Kassiopi potete vedere l'Albania se il tempo è abbastanza chiaro. Se volete provare l'aspetto cosmopolita di Corfù, potete recarvi a Spianada, la piazza più popolare della città, per un caffè o una bibita. Il palazzo Achilleo, dove visse l'imperatrice Sissy è splendido. Vale la pena di visitare il vecchio ed il nuovo Castro, così come Agios Spyridon, con il campanile più alto dell'isola. Il palazzo dei santi Michele e Giorgio e la chiesa di Vlahernas sono altri luoghi di notevole interesse. C'è un museo archeologico assolutamente da visitare se siete appassionati di storia antica. Appena fuori città c'è una zona denominata Pontikonisi, che non solo è bella, ma ha anche una chiesa dedicata alla Vergine Maria, datata tredicesimo secolo. Questo è probabilmente il punto più fotografato di Corfù. Su una scogliera vicina alla spiaggia più popolare, Paleocastritsa, c'è un monastero del tredicesimo secolo, che conserva le enormi ossa di una balena. A Kalami potete vedere la casa di Lawrence Durell.
Gli sport acquatici sono disponibili su molte spiagge, così come le immersioni subacquee ed il biking. Potete anche andare a cavallo a Ermone e Sidari. A Sidari ci sono alcuni sentieri veramente piacevoli per fare passeggiate. C'è un terreno da golf da 18 buche. Potete guardare le partite di cricket nel capoluogo Corfù o andare al casinò. Intorno all'isola, particolarmente vicino ai grandi hotel ci sono campi da tennis. Un attrattiva per i giovani è il Waterland a Gouvia.
Ci sono molte spiagge sull'isola, tutte situate fuori città. La più famosa è quella dove approdò Ulisse dopo il naufragio, Paleocastritsa, ma ci sono molte altre scelte: Sidari, Ermones e Kavos sono soltanto alcune delle spiagge dell'isola. Agios Georgios è molto lunga (3km), adatta per i bambini e per gli sport acquatici.
Le zone più affollate sono a Mandouki (chiamata anche Disco Strip) e nel capoluogo Kerkyra. Il film di James Bond “Solo per i tuoi occhi” è stato girato qui.
La torta locale vale un assaggio, così come il “sofrito”, carne cotta con carote, aglio e cipolla. Il kumquat è un liquore speciale fatto con gli aranci giapponesi coltivati sull'isola.
Il prodotto locale tipico è la ceramica. Ci sono molte cose in legno da comprare, gioielli, giocattoli, manufatti. Potete acquistare una bottiglia di vino locale, o, perché no, una bottiglia di kumquat. Cuoio, vestiti, tappeti, icone e ricamo sono altri bei souvenir.