Malaga

Capoluogo dell'omonima provincia, è affacciata sul Mediterraneo, a poco più di 100 km dallo stretto di Gibilterra, nei pressi della foce di due fiumi: il Guadalmedina, che divide il centro storico dalla città nuova, e il Guadalhorce. La città costituisce la capitale culturale ed economica della Costa del Sol.Con oltre mezzo milione di abitanti, la città di Málaga è la sesta città spagnola per popolazione. La sua area metropolitana, che supera il milione di abitanti, si estende lungo la Costa del Sol orientale e comprende famose località balneari come Torremolinos, Benalmádena, Fuengirola e Mijas.Dagli anni Novanta Málaga si è trasformata in un polo di immigrazione dovuto ai nuovi posti di lavoro generati dall'edilizia e dal turismo, e in minor misura dall'industria e dal commercio.
Il clima di Málaga è mediterraneo subtropicale, con una temperatura media annuale di 18,0º C media massima 25,4º C ad agosto. Eccezionali sono le gelate, mentre l’estate è calda e umida, eccetto quando soffia il terral vento secco che fa salire notevolmente le temperature. Il patrimonio storico e archeologico di Málaga è alquanto vario e comprende: il Teatro romano ai piedi della collina di Gibralfaro ci sono i resti del teatro romano che risalgono all'epoca augustea. Il teatro rimase in attività fino al III secolo per poi cadere in disuso.Attualmente viene utilizzato per alcune rappresentazioni teatrali all'aperto. Alcazaba, la fortezza-palazzo musulmana di epoca nasride. Il Castello di Gibralfaro ,posto sull'omonima collina, domina la città e il porto di Málaga ed è collegato mediante una lunga muraglia, La Coracha, all'Alcazaba. Venne edificato nel XIV secolo su resti fenici preesistenti. Una parte del castello è stato adibito a parador la cui terrazza offre uno splendido panorama della città. La Cattedrale dell'Incarnazione è il principale edificio religioso della città. Fu edificata dove un tempo sorgeva la più importante moschea di Malaga.
Málaga è conosciuta per aver dato i natali a Pablo Ruiz Picasso, la cui casa natale è visitabile in Plaza de la Merced. Il Museo Picasso Málaga, recentemente aperto, è uno dei maggiori al mondo dedicati all’artista e rappresenta il fiore all’occhiello dell’offerta museale della città, che ha sottoposto la propria candidatura come capitale europea della cultura nel 2016.
La feria di agosto di Malaga, conosciuta popolarmente come Gran Fiesta del Verano dona a Malaga un carattere cosmopolita ed internazionale. Questa festa estiva, che risale alla fine dell’800, dura circa 10 giorni ed ha luogo nella parte centrale del mese di agosto per commemorare la riconquista di Malaga da parte dei re cattolici che entrarono in città nell’agosto del 1487. A mezzanotte, al porto e nelle zone antistanti, iniziano gli spettacoli pirotecnici. Per circa un’ora, i fuochi d’artificio riempiono la città di luci e colori e molti turisti in vacanza in Costa del Sol, giungono dalle località per godersi questo meraviglioso spettacolo. Nel Paseo del Parque, si inaugura l’illuminazione artistica e nella plaza de la Marina si svolgono vari spettacoli musicali: flamenco, musica pop ecc…
Nei locali, nei bar e nei cafè, si possono assaggiare le specialità locali e sorseggiare i tipici vini di Malaga, storicamente legati all’arte fonte di ispirazione letteraria per molti scrittori. Un vino tipico è il Falstaff, dolce e fatto con uve moscate ed erogato da grossi botti di legno, il tutto accompagnato dalla note “tapas”. Girando per le strade capita spesso che molti vi offrano da bere dalle loro damigiane. Il comune in questi giorni allestisce delle case prefabbricate, che nei giorni di festa fungono da locali. L’entrata alle casette è gratuito, ciò simboleggia il carattere aperto di questa festa, dove tutti sono invitati a godersi gli spettacoli e il cibo. Migliaia di persone, si dirigono quindi nelle strade del centro e aspettano di assistere alle corride di tori nell’arena della Malagueta.